Edificata su un'antica chiesa rupestre intorno al X secolo, fu per breve tempo cattedrale dopo S. Michele delle Grotte. Ha la facciata tripartita da lesene; l'interno è a tre navate con arcate che poggiano su pilastri. La storiografia locale la vuole benedettina.


Fra Vincentius Maria... Delegatus, et Visitator Apostolicus. Visitantes Parochialem Ecclesiam sub titulo S. Ioannis Baptistae Gravinae, mandamus, ut infra.

1. Questa Chiesa lunga palmi 40, larga palmi 53, è divisa in tre navi, o volti, che sono sostenuti da pilastri quadrati.
2. Ha due porte, una nella nave principale, e l'altra nella destra laterale: il tetto senza grondaie, e con i coppi nella maggior parte scomposti.
3. A capo delle due navi minori sono dipinte nel muro due Immagini tutte sparute, ed inverdite dalla umidità: il pavimento lavorato di tufi presso il Battistero, è malamente scavato, e cosi anche sotto le dette due Immagini.
4. Ha la sua Sagresia cavata nel tufo, situata dietro l'Altare, a lato del quale sono eretti sopra colonnette di tufi due pulpitelli assai infelici di pietra.
De unico Altari
1. Egli è situato sotto il primo arco della nave principale, sostenuto damodiglioni, con mensa tutta di un pezzo di trofino, e sopra tre sottogradi di detta pietra.
2. Ma perché quattro sepolture aderent immediata à [14] detti sottogradi, ordiniamo, che spurgate le medesime, si faccia il volto, in maniera, che non compariscano più le bocche di esse.

De suppellectili altaristica
Approviamo
1. Due sole sopratovaglie, quando però una di esse sarà risarcita nella parte inferiore.
2. Item l'Altare portatile, dopo che sarà appianato dalla banda di sotto.
3. Item la Croce con sei candelieri, sei vasi di fiori, e tre tabelle di legno verdi in oro.
4. Item il quadro antico, benché di pennello assai dozzinale.
5. Item la tendina di detto quadro. Ordiniamo:
1. Che l'ombrella si purghi della calce.
2. Che sempre si tengano le due bacchette per accendere, e smorzare le candele.

De Sacristia
1. Che si ricomponga decentemente il lavatoio, che serve presentemente di sepolcro a teschi de' morti.
2. Che si provvegga della girella per l'unico manutergio.
3. Che la tabella preparatoria si tenga affissa. 

4. Riproviamo lo indegnissimo armarietto.


De Sacra Suppeilectidi Missali
Approviamo:
1. Due corporali con tre palle.
2. Item due veli, uno di essi a rezza.
3. Item una borsa di raso fiorato bianco, e rossa.
4. Item due amitti con due camici, e due cingoli.
5. Item una pianeta rossa rigata colla Croce bianca, stola, e manipolo, ma senza fettuccia.
6. Item la verde di damasco con manipolo, e stola.
7. Item la pavonazza di portanova con manipolo, e stola.
8. Che alla medesima si rimettan le fettuccie, o lacere, o mancanti.

Ordiniamo:
1. Che l'unico messale si rileghi.
2. Che l'unico Calice si lavi giusta il Rettore Ecclesiastico.
3. Interdiciamo i purificatori non quadri.
4. Che la pianeta consumata di portanova si esiti in fascia.
5. Che si provvegga la Croce della sua vesta idonea per le due settimane di Passione, e Santa.
6. Item della scatola per le ostie.
7. Item del campanello pensile.
8. Item della scopetta di riso.
Restando ducati 18,36 1/3 delli cento del legato Cavalieri da spendersi in servizio di questa Chiesa, il Signor Vicario Capitolare [15] faccia erogargli in esecuzione di quei decreti, che stimerà più necessari.
Habet unica campanam
Pro manutenzione Ecclesiae
Per la manutenzione, e riparazione di questa Chiesa, e suo Altare, asserivasi obbligato il Parroco: ma perché riconosciute nella presente Visita Apostolica le tenui rendite di esso, si sono ritrovate ascendere nette da pesi a soli ducati 18,59, onde appena restano per lo di lui mantenimento cinque grani il giorno, perlocché dichiariamo il medesimo libero, ed esente da tal peso, e tenuta a quella i Parrocchiani, che godono il comodo della Parrocchia: per il caso che questi ripugnassero di soddisfare a questa loro obbligazione, la Reverendissima Curia Vescovile trasferisca ad altra Chiesa questa Parrocchia.

Et itaque hoc, et omnique lecta, lata, et promulgata in Sancta Visitatione Apostolica Civitatis Gravinae die prima Februarii 1714.